Ricevo e pubblico la lettera di una famiglia Calabrese che...ha perso il figlio per un tarallino

Cari Colleghi Volontari della Croce Rossa Italiana,


chiedo a Voi a qualunque città,provincia, o regione apparteniate, e dovunque portiate avanti il progetto di manovre disostruzione di tenere conto della lettera di questi genitori che mi scrivono dalla Calabria per chiedere un favore.


Ricordare il figlio e la sua assurda fine affinchè nessun altro bambino perda la vita per ostruzione da corpo estraneo, per soffocamento.
Essi hanno dovuto affrontare una prova durissima, forse la piu' dura che un padre e una madre possano affrontare: la perdita di un figlio.
Chiedono di raccontare cosa è successo al loro piccolo, ci chiedono di dirlo a tutti... per fare in modo che NON succeda piu'.
Mi inchino davanti a questa famiglia, al loro dolore, alla loro richiesta, e chiedo a voi di leggere la loro lettera e di dare un segnale nella vostra terra, affichè sempre piu' famiglie siano protette.
Grazie

Marco Squicciarini Volontario di Croce Rossa
Responsabile Nazionale ed Internazionale
Manovre Disostruzione pediatriche e PBLSd

 

 

Caro Dott. Squicciarini,

siamo i genitori del piccolo Mattia Vitale, volato in cielo per un pezzettino di tarallo rimasto conficcato in

gola. L'anno scorso in occasione del primo anniversario della sua scomparsa, la Croce Rossa gli ha voluto dedicare un riuscito " Incontro sulle manovre di disostruzione pediatrica" che ha visto la partecipazione di un nutrito ed interessato pubblico.
Noi stessi ne siamo rimasti molto colpiti ed addolorati, perchè forse se ne fossimo venuti a conoscenza prima di queste importantissime manovre, il nostro piccolo angelo sarebbe ancora fra noi.
Ci è stato di conforto sapere che nel Suo nome sono state divulgate delle preziose informazioni su cosa fare e soprattutto su cosa non fare in simili situazioni.
Affinché la Sua morte non sia stata vana, vi chiediamo di continuare nel suo nome gli incontri di divulgazioni delle manovre di disostruzione pediatriche in coincidenza con gli anniversari della sua scomparsa.
Per noi sarebbe molto importante oltre che di conforto sapere che la sua morte sia servita per evitarne altre, affinché non ci siano altri genitori che debbano rivivere e sopportare un dolore simile al nostro.
Dolore immenso e incolmabile ma che può essere alleviato dal pensiero che il nostro piccolo Mattia continua a vivere in ogni bambino salvato dalle corrette manovre di disostruzione.
Siamo fiduciosi in un vostro favorevole accoglimento della richiesta e restiamo in attesa di vostre comunicazioni in merito.
Con l'occasione porgiamo cordiali saluti a tutti Voi.
Famiglia Vitale