L'ultimo atto del Commissario Squicciarini:protocollo per i malati Oncologici con ANTEA di Giuseppe Casale

 

 

ROMA: Il Commissario uscente  Dott. Marco Squicciarini ha finito il suo mandato durato circa due anni lavorando su due pilastri principali: Il lavoro di squadra e l’attenzione alle fasce deboli.

E quindi cosi’ come ha iniziato donando massima attenzione al CEM ( Centro Educazione Motoria per bambini gravemente disabili ) della Croce Rossa di Roma
che ha sempre definito il posto piu’ bello della Croce Rossa, ha concluso il suo mandato con un sogno
: partecipare fattivamente a ridare dignità a chi soffre.

Un anno di Pronto Nonno ( trasporto gratuito delle persone over 65 malate e sole per terapie mediche) effettuato con successo lavorando in squadra con il Commissario Marco Cassini

ed il Dott Alfonso Barbieri ha portato sempre piu’ spesso il  Commissario Squiccciarini a contatto con 
malati terminali anche...soli.

Da qui l’incontro con il Dott. Giuseppe CASALE fondatore di “ ANTEA” una organizzazione umanitaria
che da oltre 20 anni si occupa di malati terminali di ogni tipo e classe sociale.

Nasce un’intesa, nasce la voglia di aiutare al meglio le fasce deboli, nasce un accordo che porterà i Volontari della CRI di ROMA a scambiare informazioni, nozioni e protocolli con ANTEA in maniera reciproca.

Questo – scrive il Commissario Squicciarini – è l’ultimo atto che firmo da Commissario di questo Comitato Locale nascente e, con una certa emozione, lo dedico a mia madre che nel 2004 è venuta a mancare dopo una percorso molto articolato e doloroso che mi ha fatto conoscere questa realtà. Dal mese di Marzo il Dott. Marco Squicciarini è stato nominato Vice Commissario della Croce Rossa per la Regione Lazio.Il Cammino...continua.